Fondazione La Biennale di Venezia, 64. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Pubblicato il Pubblicato in Arte e cultura

Un talento nuovo e promettente del cinema italiano, Ambra Angiolini, attrice rivelazione dell’anno per il sorprendente esordio in Saturno contro di Ferzan Ozpetek, con il quale si è aggiudicata tutti i premi cinematografici italiani più importanti della stagione (David di Donatello e Nastro d’argento come miglior attrice non protagonista, premio Ciak d’oro come migliore attrice rivelazione e Globo d’oro della stampa estera come migliore esordiente) sarà la madrina della serata di apertura della 64. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che avrà luogo al Lido dal 29 agosto all’8 settembre 2007, diretta per il quarto anno da Marco Müller e organizzata dalla Fondazione La Biennale di Venezia presieduta da Davide Croff.
Ambra Angiolini darà il via alla 64. Mostra, la sera di mercoledì 29 agosto, sul palco del Palazzo del Cinema, dando il benvenuto alle autorità, al pubblico, al presidente della giuria internazionale di Venezia 64 Zhang Yimou e agli altri componenti delle giurie, durante la cerimonia di inaugurazione, che sarà seguita dalla proiezione di Espiazione (Atonement) di Joe Wright, in concorso.

Davide Croff e Marco Mueller – 64. Mostra Internazionale dArte Cinematografica 64. Mostra Internazionale dArte Cinematografica
Zhang Yimou (foto dallagenzia stampa GAP) Zhang Yimou (foto dallagenzia stampa GAP)

L’ex adolescente prodigio di “Non è la Rai”, Ambra Angiolini, prima vera starlet degli anni ’90, è stata in grado di uscire dal proprio cliché ed è stata capace negli anni di “reinventarsi” con grande versatilità, passando per la Tv, il teatro, la musica e debuttando quest’anno al cinema con un ruolo toccante nel film di Ferzan Ozpetek Saturno Contro, con il quale ha raccolto subito ampi consensi da parte del pubblico e della critica. La scelta di Ambra Angiolini alla conduzione della serata di apertura del festival conferma la propensione della Mostra a dare spazio a talenti giovani e promettenti che potrebbero affermarsi nel mondo del cinema del futuro.

Note biografiche di Ambra Angiolini:
Ultima di tre figli, Ambra Angiolini, nasce a Roma il 22 Aprile del 1977. Ambra debutta nell’estate 1992 a “Bulli & pupe”, programma televisivo di Canale 5 per la regia di Gianni Boncompagni e condotto da Paolo Bonolis, cantando “Poster” di Claudio Baglioni, doppiata da una corista del programma. Nel settembre dello stesso anno prende parte alla seconda edizione di “Non è la Rai”, il programma di culto ideato e diretto dallo stesso Boncompagni. Ambra, a soli 15 anni, riesce sorprendentemente dapprima a spiccare in mezzo alle decine di ragazze che partecipano alla trasmissione, poi riesce addirittura a tenere sulle proprie spalle buona parte dello show, conducendo il famoso gioco dello “zainetto” e le ultime due edizioni del programma. La consacrazione arriva nel 1994 quando vince il Telegatto come Personaggio rivelazione dell’anno. Blob le dedica un intero cartone animato Forever Ambra (1994), da un’idea di Marco Giusti, Enrico Ghezzi, Guia Croce e animato da Mario Verger. Successivamente debutta come attrice nel film-tv Favola, regia di Fabrizio De Angelis, progettato per il grande schermo, ma alla fine trasmesso su Italia 1 e seguito da oltre sei milioni e mezzo di telespettatori, classificandosi tra tutti i programmi più visti nella storia di Italia 1. L’esperienza televisiva di Ambra continua con i programmi “Generazione X” (Italia 1, 1995), “Super” (Italia 1, 1996), “Non dimenticate lo spazzolino da denti”, a fianco di Gerry Scotti (Italia 1, 1996), e il programma ideato da Enrico Ghezzi e Tatti Sanguinetti “Carosello” (Raidue, 1997). Nel 1996 approda sugli schermi Rai nel “Dopo Festival” fortemente voluta da Pippo Baudo che nota immediatamente il suo talento innato. Nel 1994 esordisce come cantante con l’album “T’appartengo”, aggiudicandosi 3 dischi di platino e un disco d’oro, seguito da “Angiolini” (1996), disco di platino, “Ritmo vitale” (1997) e “InCanto” (1999). Alcuni di questi album escono anche in spagnolo e Ambra con la versione spagnola dell’album “Ti appartengo”si aggiudica il doppio disco d’oro e il disco di platino in Spagna e il disco d’oro in Argentina, Cile e Porto Rico. Nel 1999 torna in tv con “Gratis”, su Raidue, incide la cover “Ma che musica maestro”, in duetto con Platinette , contenuta nell’album “Da Viva – Vol. 1” e interpreta Salomé nella fiction Maria Maddalena con Maria Grazia Cucinotta e Giuliana De Sio trasmesso su Canale 5. Nel 2000, dopo aver interpretato il ruolo di Tea nella fiction Una donna per amico 3, debutta a teatro con lo spettacolo “I Menecmi” per la regia di Nicasio Anzelmo, che la porta in giro per tutta la Sicilia. In seguito a questa sua partecipazione Ambra riceve dapprima la Venere d’argento e poi la Torre d’argento che la premia come attrice teatrale rivelazione dell’anno 2000. Nel 2001, per quattro sere, è la protagonista de “La duchessa di Amalfi”, interpretata nella Basilica del Crocifisso ad Amalfi, per la regia di Nuccio Siano. Nel frattempo ha diretto e interpretato il videoclip “Il bellissimo mestiere” di Marco Masini e incide, insieme ad alcuni personaggi come Jerry Calà, Lorenzo Ciompi, Adriana Volpe, il singolo Frena, ispirato dalla canzone di Carlotta, il cui ricavato dalle vendite va devoluto tutto in beneficenza all’associazione “Montecatone” per lo sviluppo delle nuove tecniche di riabilitazione. Nella stagione 2001/2002 conduce il programma “L’assemblea” su Italia 1 e partecipa al musical “Emozioni”, insieme a Vladimir Luxuria, Sabrina Salerno e Mirko Petrini, per la regia di Sergio Japino da cui verrà prodotto un disco con tutte le canzoni di Lucio Battisti cantate nel musical. Nel frattempo continua la carriera radiofonica. Nel Febbraio 2000 conduce su “Kiss Kiss Network” “Tutti pazzi per Sanremo”. Nella settimana del Festival di San Remo condotto da Raffaella Carrà , Ambra intrattiene ancora una volta il pubblico di Radiodue con “Ambra e gli ambranati” con il “Trio medusa” . Nel Marzo 2001 partecipa alla registrazione di “Frena – un disco per la sicurezza stradale”, insieme ad altri artisti quali: Jerry Calà, Francesca Piri, Umberto Staila, i cui proventi sono stati devoluti ad una società di beneficenza sociale. Nell’estate 2001 è impegnata nella conduzione di “40 gradi all’Ambra” su Radiodue, programma che continua anche in versione autunnale con il titolo di “Luci e Ambra”. Nell’estate 2001 conduce su Radio 2 il programma “Menta Forte”. Nel Gennaio 2002 partecipa nel ruolo di attrice nel musical televisivo “Gianburrasca” mandato in onda su Canale 5, fra gli interpreti: Rita Pavone, Gerry Scotti, Katia Ricciarelli, Antonella Elia e Alessia Mancini. Da Ottobre 2002 fino a Gennaio 2003 è stata in scena nei principali teatri italiani, con il musical “Emozioni”. A novembre 2002 termina la conduzione, della “Mezzanotte di Radiodue” sottotitolo “Menta forte” su “Radiodue”. Nell’estate 2004 la troviamo in giro per l’Italia, al timone del “Cornetto Free Music Festival”. Nel Marzo 2005 calca il palcoscenico del Teatro Ariston in qualità di opinionista per la “55esima edizione del Festival di Sanremo”. Nell’estate 2005 la ritroveremo nuovamente in giro per l’Italia, a condurre le tre tappe del “Cornetto Free Music Festival”. Dal 6 giugno fino al 30 settembre 2005 ha condotto dal lunedì al venerdì ogni giorno alle 10.30 al fianco di Michele Mirabella “Cominciamo bene… Estate!”. Dal febbraio 2006 è in onda su Raitre con il programma “Dammi il tempo”. Nello stesso periodo conduce “Chicas” su Fox Life e il programma radiofonico “Ci Play o Ci Fai?” su Play Radio. Nel novembre 2006 torna su Play Radio con il programma quotidiano “Arrivano le femmine” accanto a La Giada. Nel febbraio 2007 esordisce al cinema con il film Saturno contro di Ferzan Ozpetek, con il quale si aggiudica il David di Donatello e il Nastro d’argento come miglior attrice non protagonista, il premio Ciak d’oro come migliore attrice rivelazione e il Globo d’oro della stampa estera come migliore esordiente. Da qualche settimana è impegnata con le riprese di Bianco e nero, il nuovo film di Cristina Comencini, prodotto da Cattleya e Raicinema, con protagonisti, oltre ad Ambra, Fabio Volo, Katia Ricciarelli, Franco Branciaroli, e la franco-senegalese Aïssa Maïga. Attualmente Ambra vive a Brescia, con il suo compagno, il cantautore Francesco Renga, da cui ha avuto due figli, Jolanda e Leonardo.

Condividi questa pagina